La sorveglianza epidemiologica dei casi di mesotelioma è affidata dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 308/2002 al Registro Nazionale dei Mesoteliomi (ReNaM), istituito presso l’INAIL – Dipartimento di Medicina, Epidemiologia, Igiene del Lavoro ed Ambientale, che si struttura come un network ad articolazione regionale; presso ogni Regione è istituito un Centro Operativo Regionale (COR). L’identificazione di ogni nuovo caso di mesotelioma e la ricostruzione delle possibili pregresse esposizioni ad amianto costituisce quindi in Italia un obbligo di legge.

L’attivazione in Veneto del COR è avvenuta nel 2001 attraverso la Delibera della Giunta Regionale (DGR) 538/01, che definisce obiettivi e modalità di lavoro. Il COR del Veneto, denominato "Registro regionale veneto dei casi di mesotelioma", è collocato presso il Servizio di Prevenzione Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (SPISAL) dell’ex AULSS 16; a seguito della DGR 14/11 e del Piano Socio Sanitario Regionale afferisce, insieme ad altri Registri, al Sistema Epidemiologico Regionale.